Loading...
COVID-19

Tutti coloro che hanno rateizzazioni in corso e chi la richiederà entro il 31 Agosto 2020, potranno permettersi di non pagare fino a 10 rate.

a cura di
Ufficio Stampa Millennium & Partners
,
pubblicato in data
16.5.2020

Con il Decreto Rilancio si prevede che i versamenti che erano previsti in sospensione per Marzo 2020  IVA-Contributi-Ritenute) dei lavoratori dipendenti, e quelli previsti per Aprile e Maggio 2020 con le regole relative alle diminuzioni del fatturato, possono essere posticipati al 16 Settembre. La stessa cosa per quanto riguarda le ritenute d'acconto dei professionisti che erano sospese dal 17 Marzo al 31 Maggio 2020, anch'esse vengono prorogate al 16 Settembre 2020.


Per quanto riguarda gli acconti di Giugno (Ires-Irpef-Irap), il saldo del 2019 e il primo acconto 2020 di Giugno, non verranno pagati sulla base del 100% delle imposte del 2019, ma in misura dell'80%, sia sul primo che sul secondo acconto Ires e Irpef. Per quanto riguarda l'Irap invece non dovrà essere versato se vi sarò un saldo delle imposte 2019, e non è dovuto neanche il primo acconto del 40% del 2020 di Giugno.


Per quanto riguarda tutti quelli che hanno preso parte alla Rottamazione Ter, con questo Decreto viene data una grande opportunità a chi non è riuscito a pagare le rate. Per tutti quelli invece che erano in regola con le rate di Dicembre 2019, le rate di Febbraio, Maggio, Luglio, Novembre 2020, dovranno essere pagate tutte in una unica soluzione entro il 10 Dicembre 2020. Questa all'apparenza potrebbe sembrare una buona notizia, ma non lo è affatto, perché penso che quasi nessuno ce la farà a versare 4 rate tutte assieme entro Dicembre 2020.


Come dicevamo invece, per tutti quelli che non erano riusciti a pagare le rate entro Dicembre 2019 della Rottamazione Ter, parliamo delle due rate Luglio e Dicembre 2019, con il nuovo Decreto hanno la possibilità di rateizzare nuovamente il proprio debito. Logicamente non avranno più lo sconto concesso con la Rottamazione Ter, ma dovranno pagarlo compreso di Mora e Interessi.


L'opportunità che si crea potendo accedere alla rateizzazione è molto importante per gli imprenditori, perché potranno di nuovo andare in banca a chiedere i finanziamenti e avere il Durc. Ma non solo perché questo Decreto per tutti quelli che hanno rateizzazioni in corso o chi la richiederà entro il 31 Agosto 2020, si potrà permettere di non pagare fino a 10 rate, non solo ma avendo aderito il pagamento delle cartelle viene sospeso. Questa è l'opportunità giusta per iniziare ad impostare una strategia di tutela nei confronti della ex-Equitalia. Avendo il tempo dalla loro parte è consigliabile a tutti gli imprenditori di far verificare il proprio debito da un professionista specializzato nella materia, perché la stragrande maggioranza delle cartelle esattoriali che avete ricevuto in passato, per via di una cattiva organizzazione di ex-Equitalia non rispettano la legge in materia di riscossione.

Sei un imprenditore o un professionista? Se non lo hai ancora fatto verifica la tua situazione debitoria attraverso il nostro check up gratuito.
Chiedi informazioni al nostro numero verde oppure compila il form in basso, verrai ricontattato da un nostro consulente entro 24 ore.
VAI AL FORM DI CONTATTO
Codividi questo articolo:

Modulo di Contatto

Grazie! il messaggio è stato correttamente inoltrato, e un nostro incaricato vi contatterà a breve.
Oops! C'e qualche problema con i dati inseriti. Si prega di correggere e inviare di nuovo.