Loading...
Notizie

A definire modalità e date dell’annullamento sarà un decreto attuativo del MEF

a cura di
Ufficio Stampa Millennium & Partners
,
pubblicato in data
17.4.2021

Lo stralcio delle cartelle fino a 5.000 euro, comprensivo di capitale, interessi per ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni, che comporta la cancellazione automatica dei debiti iscritti a ruolo dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010 per i contribuenti con reddito fino a 30.000 euro nel 2019, interessa anche la rottamazione ter e il saldo e stralcio, senza rimborso però delle somme versate prima della data di entrata in vigore del Decreto Sostegni anche se la partita rientra tra quelle annullabili (art. 4, comma 5 del DL 41/2021).

Siccome la sanatoria vale anche per i ruoli inclusi nella rottamazione e nel saldo e stralcio occorrerà provvedere alla loro eliminazione in tempo utile per ricalcolare i pagamenti in scadenza entro il 31 luglio. Infatti per i contribuenti che si vedranno annullare una parte del debito sarà necessario ricalcolare le rate della definizione agevolata tenendo conto di quanto già versato.

Ma sarà compito di un decreto attuativo del MEF, da emanarsi entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del Decreto Sostegni, rendere note le modalità operative di annullamento, il calendario per l’annullamento, il relativo discarico e la cancellazione delle scritture patrimoniali degli enti creditori.

Restano esclusi dalla procedura gli importi dovuti per il recupero degli aiuti di Stato, così come multe, ammende e sanzioni dovute in caso di sentenze penali di condanna della Corte dei Conti (somme già escluse dalla rottamazione ter) e le risorse proprie tradizionali previste dall’art.2, paragrafo 1, lettera a, delle decisioni 2007/436/CE, Euratom del Consiglio, 7 giugno 2007, e 2014/335/UE, Euratom del Consiglio, del 26 maggio 2014, e l’IVA riscossa all’esportazione.

In attesa del decreto attuativo del MEF è sospesa la riscossione di tutti i debiti di importo residuo fino a 5.000 euro (comprensivi di capitale, ritardata iscrizione a ruolo e sanzioni) risultanti dai singoli carichi affidati ad ADER, a prescindere dalla posizione reddituale del debitore, dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010 e sono sospesi anche i relativi termini di prescrizione.

Siamo ormai agli sgoccioli ma come sempre occorre aspettare che tutto venga confermato in via definitiva con il tanto atteso decreto attuativo, mentre continua lo scontro tra sindacati e forze politiche che si esprimo a favore o contro le lo stralcio delle cartelle.

Se sei interessato alle novità della Transazione Fiscale 2021, leggi qui

Sei un imprenditore o un professionista? Se non lo hai ancora fatto verifica la tua situazione debitoria attraverso il nostro check up gratuito.
Chiedi informazioni al nostro numero verde oppure compila il form in basso, verrai ricontattato da un nostro consulente entro 24 ore.
VAI AL FORM DI CONTATTO
Codividi questo articolo:

Richiedi ora la tua consulenza gratuita.
Verrai ricontattato entro 24 ore.

Grazie! il messaggio è stato correttamente inoltrato, e un nostro incaricato vi contatterà a breve.
Oops! C'e qualche problema con i dati inseriti. Si prega di correggere e inviare di nuovo.